Prima Squadra Femminile - Pallanuoto

Tradizione e successi del setterosa biancorosso

A1F consindacoUn crogiolo di cultura, tradizione e progresso. Il Salone dei 200 in Palazzo Vecchio, stanza trecentesca ma anche sede ogni lunedì del consiglio comunale di Firenze, rappresenta tutto questo. Non è un caso infatti che sia stato scelto come location della conferenza stampa organizzata oggi pomeriggio dalla Rari Nantes Florentia per omaggiare e premiare le ragazze del setterosa e dell’Under 15, campionesse lo scorso anno nei tornei di categoria. 111 gloriosi anni di storia fanno della Rari Nantes una delle realtà più longeve e importanti di Firenze.

Un appeal che ha permesso anche oggi l’intervento di personalità illustri dell’amministrazione fiorentina come l’assessore allo sport, Andrea Vannucci, il membro del Consiglio Regionale, Eugenio Giani, la Vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, il main sponsor della Rari, Marco Bassilichi e ovviamente il presidente della società biancorossa, Andrea Pieri. Di seguito un estratto dei vari interventi:

Marco Bassilichi: “I complimenti vanno a queste ragazze. Sono fiero ed orgoglioso di star vicino ad una realtà come quella della Rari. Penso sia molto semplice appoggiare grandi sport come il calcio, invece noi abbiamo deciso di spalleggiare anche un progetto glorioso come quello della Rari Nantes Florentia. Faccio un grosso in bocca al lupo alla Rari e rinnovo la nostra partnership”.

Stefania Saccardi: “Mi fa veramente piacere essere vicino ad amici come Pieri, Giani e Bassilichi. Ricordo benissimo quando, proprio durante il mio assessorato, avvicinai la famiglia Bassilichi alla Rari Nantes. Una realtà assolutamente sensibile alle politiche sociali, che diffonde quei sani valori che solo lo sport è in grado di trasmettere. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare il maggior numero possibile di giovani alla pratica sportiva. Mi auguro che la Rari continui a rappresentare tutto questo per Firenze. Ritengo che valga assolutamente la pena tenere in vita e anzi alimentare questa società. Voglio dire che noi ci siamo per la Rari”.

Andrea Pieri: “Ci tengo prima di tutto a ringraziare queste splendide ragazze, che hanno ottenuto risultati strabilianti quasi del tutto autonomamente con uno spirito di sacrifico ineguagliabile. Ringrazio poi tutti i nostri sponsor, in primis Marco Bassilichi, che insieme alla sua famiglia ha voluto sostenere la Rari nel suo momento più difficile. Ora il nostro compito non è quello di vincere gli scudetti, ma di coltivare il vivaio, i giovani, preparando il maggior numero di atleti alla vita sportiva e non solo”.

Dario Nardella: “Già da assessore allo sport mi sono trovato spesso ad elogiare il ruolo della Rari Nantes per Firenze. Voglio congratularmi con queste meravigliose ragazze per l’impegno e i successi ottenuti. Quello che contraddistingue questa società è il fatto che ha messo al centro sempre valori e principi socialmente utili. I risultati sportivi sono poi arrivati di conseguenza facendone una delle realtà più floride della città. Anni e anni di sacrifici e lavoro per arrivare a tutto ciò. La pallanuoto, soprattutto femminile, ha sempre dato grandi soddisfazioni a Firenze e anche alla Nazionale. Avete contribuito attraverso questa disciplina sportiva ad innalzare il nome di Firenze. La Rari Nantes è una scuola di vita, che forma donne e uomini straordinari e solo poi dei grandi atleti”.

Eugenio Giani: “Lo sapete cosa vuol dire Rari Nantes? È un segno distintivo per società di nuoto e pallanuoto. Deriva da un’espressione epica ripresa da Virgilio nell’Eneide. La Rari è poi una delle pochissime società (8 per la precisione) che a Firenze ha mantenuto i colori tradizionali della città. Mi chiedo come possa essere possibile anche solo pensare di togliere dalle sponde dell’Arno società sportive come la Rari o la Canottieri Firenze. Combatterò fino alla fine per far sì che tutto rimanga invariato”.