Seguici su Google+
Usaci!
 

Pallanuoto

PallanuotoRari Nantes Florentia, un nome che adesso a Firenze richiama subito l'immagine della pallanuoto: ma si dovrà aspettare circa un quarto di secolo dalla nascita della Rari, il 1904, perchè prenda corpo la disciplina che tanto lustro ha dato alla città di Firenze negli anni successivi, con i nove scudetti, la conquista di una Coppa Italia di una Coppa delle Coppe, i campioni che hanno contribuito alle vittorie dell'Italia in Campionati Europei, Mondiali ed Olimpiadi.

È un ligure che si trasferisce a Firenze, Pino Valle,a gettare le basi di quella squadra che, nel breve volgere di quattro anni, arriverà al primo scudetto. Siamo nel 1933, e questa data segna l'inizio di un felice periodo in cui la Rari vincerà, fino al 1948, sette titoli di campione d'Italia. In quelle formazioni militano giocatori che conquisteranno il titolo olimpico di Londra del '48 ed il Campionato Europeo di Montecarlo nel 1947, come i fratelli Pandolfini, i fratelli Raspini, con Pino Valle Commissario Tecnico. Gli anni passano, e prima che la Rari riesca a riassaporare il profumo di uno scudetto passeranno quasi trent'anni (siamo infatti al 1976), nel frattempo, però, la squadra biancorossa fornisce alla nazionale tre dei giocatori che contribuiranno al trionfo olimpico di Roma '60, Danio Bardi, Gianni Lonzi, Brunello Spinelli. Quindi, nel 1976, con la stella Gianni De Magistris che trascina un gruppo di buoni giocatori, tutti fiorentini, all'ottavo scudetto, cui seguirà il nono nel 1980. Con Gianni De Magistris in nazionale l'Italia conquista la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Montreal (con Umberto Panerai e Riccardo De Magistris), il bronzo agli Europei ed il titolo di Campione del Mondo a Berlino nel 1978. In quelle squadre un ruolo fondamentale viene svolto da altri due personaggi fiorentini, infatti Gianni Lonzi è il commissario tecnico e Gigi Raspini il dirigente della federazione addetto alla pallanuoto di quegli anni.

Il resto è storia recente. C'è spazio per un argento mondiale a Madrid per Riccardo Tempestini in una finale mozzafiato, un titolo Europeo a Vienna '95 ed un bronzo ad Atlanta '96 (Olimpiade) per Leonardo Sottani, che assieme a Leonardo Binchi e Roberto Calcaterra ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei del settembre 1999.

La cronaca degli ultimi racconta di una Rari trovatasi per due anni consecutivi, il 2001 ed il 2002, sotto la guida di Riccardo Tempestini a disputare la finale scudetto con il Posillipo; di una Coppa delle Coppe vinta nel 2001 e dei piazzamenti nel campionato maggiore negli anni più recenti tanto più significativi in quanto ottenuti con una squadra giovane. 
Ma anche della nuova realtà della pallanuoto femminile, le "Rarigirls", anch'essa oggi ai vertici della pallanuoto nazionale.

Pallanuoto

A1 MASCHILE, PROSEGUE LA CORSA ALLA ZONA PLAY OFF

Serie A1 maschile 4 giornata RNFArchiviato l’importante successo esterno a Trieste, in casa Rari è tutto pronto per il prossimo impegno casalingo contro il fanalino di coda Acquachiara Ati 2000. Guardando la classifica di oggi una sfida agli antipodi, tra i campani fermi a quota zero, a cinque punti dalla zona play out e una Rari in piena corsa play off.

Una vittoria infatti, consetirebbe ai ragazzi di Tofani di scavalcare l’Ortigia, sconfitta dalla Pro Recco nell’anticipo di mercoledì, è piazzarsi al sesto posto a quota dodici.Gli obiettivi restano gli stessi d’inizio stagione come conferma l’allenatore gigliato: “Non facciamoci ingannare dalla classifica, l’Acquchiara è un avversario di tutto rispetto e noi dobbiamo guardarci alle spalle. Ovvio che in questo momento il pronostico è dalla nostra parte e la suggestione è forte. D’altra parte è giusto da parte nostra godersi questo momento positivo, ma occhio a non sottovalutare gli avversari”.

Leggi tutto...

Una Rari bella e concreta espugna Trieste e vola a due punti dalla zona play off

Foto Squadra A1 M RNFL’abbraccio iniziale dei ragazzi di Tofani è la fotografia perfetta del match che mostra una Rari compatta e grintosa per tutta la partita.

Pronti via e i gigliati passano in vantaggio con Di Fulvio che sfrutta la prima superiorità, dopo appena 13”. Petronio ristabilisce il pari, ma subito dopo è ancora la Rari a passare con capitan Coppoli. I padroni di casa reagiscono alla svantaggio e Blazevic pareggia i conti alla prima occasione tra gli applausi del numeroso pubblico di casa. Il match è aperto anche se la Florentia mostra più concretezza e al primo affondo trova il doppio vantaggio prima con Astarita, su rigore e un minuto dopo con Razzi, in controfuga.

Leggi tutto...

Rari Nantes Florentia, doppia trasferta in cerca di punti

Logo RariNantesFlorentia3° GIORNATA A1 MASCHILE ORE 15.45 CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO - RARI NANTES FLORENTIA

Ancora un trasferta in Campania, a Napoli, questa volta alla Piscina Scandone a far visita ad un’altra protagonista della passata stagione, la Posillipo Napoli, reduce dal pareggio di sabato nell'atteso derby contro l’altra partenopea Canottieri. Un’altra squadra rispetto all'anno scorso visto il cambio in panchina e le numerose partenze, su tutte quelle del duo Vlachopoulos - Subotic, ma anche rispetto a quella vista in Coppa Italia a Brescia, come conferma Roberto Tofani: “Ho già detto ai ragazzi di non pensare alla vittoria in Coppa Italia, perché la vera Posillipo è quella che ha pareggiato sabato il derby contro la Canottieri e non quella che abbiamo battuto noi a Brescia. Al di là dei pronostici, quella di sabato per noi sarà una prova del nove per capire a che punto siamo arrivati sia dal punto di vista tecnico che psicologico”.

Leggi tutto...

Rari, doppio match alla prima casalinga

Razzi Andrea Lapi Allegra RNFNel doppio match casalingo che vede impegnate le Rari girls alle ore 15.00 e gli uomini alle 18.00, alla Piscina Comunale di Bellariva si prevede il tutto esaurito (ingresso 10,00 euro).

Leggi tutto...

Pallanuoto A1, da sabato al via i campionati. Intanto la Rari si gode il secondo posto nel Trofeo del Giocatore

Foto Squadra A1 M RNFGrande soddisfazione in casa Rari Nantes Florentia per il secondo posto assegnato ieri, in occasione della presentazione dei campionati di A1, al TROFEO DEL GIOCATORE. Il titolo pallanuotistico assegnato annualmente dalla FIN alle società che al termine della stagione sportiva hanno realizzato il maggior numero complessivo di punti, nei campionati nazionali maschili e femminili di tutte le categorie. Un secondo posto che mancava in bacheca dal 1966, dopo i due terzi posti consecutivi nel 2013-14 come ha confermato il presidente Andrea Pieri: ”Questo risultato dimostra che stiamo lavorando bene, sia a livello di prima che squadra che di settore giovanile. Faccio i complimenti a tutti gli allenatori e tutti i dirigenti che l’anno scorso hanno centrato questo straordinario obiettivo, augurandomi che quest’anno possano ripetersi e migliorarsi”.

Leggi tutto...