Seguici su Google+
Usaci!
 

Nuoto

Axel Belig, oro e record nei 200 delfino

Axel_Belig_RNFNonostante una bacheca già piena di successi, titoli e trofei Axel Belig non si ferma e vola dritto verso il titolo italiano nei 200 df, firmando il nuovo record europeo.
Dopo l'argento nei 50df e l'oro nei 100df l'atleta franco-italiano è riuscito nell'impresa più difficile, quella di fermare il cronometro a 3.02.34, migliorando così il suo stesso record europeo di ben sei secondi.

Emozione e soddisfazione da parte di tutto lo staff del ragazzo in particolare di Elisa Paludi, allenatrice del ragazzo (assieme a Luca Pagliazzi) che non nasconde la sua emozione: “Sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti da Axel dopo mesi di lavoro e sacrifici dentro e fuori dall'acqua. La gara dei 200 delfino è sempre la più complessa ed Axel è riuscito a gestirla in modo ottimale! Il margine di miglioramento è ancora grandissimo, quindi si riparte con il lavoro in vista dei prossimi campionati Europei a Parigi, dove Axel cercherà di portare la Bandiera della Rari sul gradino più alto del podio”.

Axel Belig, nato a Firenze nel 1994 da madre italiana e padre franco-americano, secondo di tre fratelli. La sua passione per l'acqua è incominciata all'età di tre mesi e nonostante molte difficoltà ha raggiunto grandi risultati agonistici. Atleta biancorosso allenato da Elisa Paludi e Luca Pagliazzi

• 18 titoli nazionali individuali FISDIR nei 100 e 200 delfino
• 12 medaglie nazionali Special Olympics
• Oro 50 stile libero ai giochi mondiali Special Olympics Atene
• Oro 100 stile libero ai giochi mondiali Special Olympics Atene
• 4° ai campionati francesi paralimpici (unico atleta affetto da Sindrome di Down in finale)
• Campione europeo in vasca corta (Loano 2015) nei 100 e 200 (con record europeo) delfino e bronzo nei 50 delfino.
• Argento nei 100 delfino e bronzo nei 200 delfino con record Europeo ai campionati mondiali Trisome Games (Firenze 2016)

 

 

Gianluca Rosucci Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Ufficio stampa Rari Nantes Florentia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.